Il Pirfenidone segna un punto importante nella lotta contro la fibrosi polmonare idiopatica (IPF). InterMune, azienda produttrice del farmaco, ha infatti annunciato oggi i dati principali dello studio ASCEND, secondo cui il Pirfenidone ha soddisfatto l’obiettivo primario dello studio, riducendo significativamente la progressione della malattia come dimostrato dalle prove della funzione respiratoria.

Il farmaco si è dimostrato utile anche in termini di miglioramento della distanza percorsa durante il test del cammino e di miglioramento della sopravvivenza.

 

ASCEND (Assessment of Pirfenidone to Confirm Efficacy and Safety in IPF) è uno studio internazionale, multicentrico di fase 3, randomizzato, in doppio-cieco e controllato con placebo in cui 555 pazienti con IPF sono stati randomizzati 1:1 a ricevere pirfenidone (2403 mg/die) o placebo.